Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Corso per il Performer Teatrale di Opera Lirica

Dettagli

Inizio:
settembre 10 @ 10:00
Fine:
settembre 15 @ 12:00
Categoria Evento:
Sito web:
http:// www.pratolirica.it

Luogo

Teatro Politeama Pratese
Via Garibaldi, 33
Prato, PO 59100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
+39 0574 603758
Sito web:
politeamapratese.com

Voce in Teatro 2018
dal 10 al 15 Settembre 2018 al Teatro Politeama

Concerto Finale venerdì  14 ore 21:00

 Se la qualità vocale e l’uso sapiente dei propri mezzi attraverso la piena coscienza tecnica sono il presupposto essenziale per chi voglia intraprendere una carriera nel mondo del teatro musicale, altrettanto fondamentali sono altre attitudini e discipline, come la conoscenza di stili vocali e repertori, l’espressività del corpo e l’aderenza musicale e drammaturgica al personaggio. Di solito lo studio delle diverse discipline legate al teatro musicale (tecnica vocale e repertorio, arte scenica, lettura e analisi musicale, drammaturgia) avviene in sedi separate, rivelandosi spesso lento e poco produttivo per la crescita artistica dello studente. L’essenza del canto lirico è proprio la contemporaneità di tali aspetti e la capacità di gestire sinergicamente le diverse componenti. Da questo nasce l’idea di proporre un corso full-immersion in cui le diverse problematiche siano affrontate in maniera specialistica e contemporaneamente. Il gruppo di docenti di “Voce in Teatro” propone un training che permetta all’artista di sperimentare la straordinaria varietà e qualità del lavoro di performer in tutte le espressioni teatrali.

Materie e Docenti:

  • Vocalità, stile e repertorio – Anna Vandi
  • Corpo, movimento, personaggio – Serenella Isidori
  • Analisi del testo vocale e delle sue problematiche tecniche e stilistiche – Gino Nappo
  • Pianista collaboratore – Nicola Mottaran
Programmi generali dei corsi:
Vocalità, stile e repertorio (Anna Vandi)
  1.  Il corso partirà dall’analisi delle caratteristiche vocali, espressive e – in generale – dalle potenzialità dell’allievo per correggere eventuali difetti o vizi tecnici; contemporaneamente si darà una particolare attenzione alla scelta del repertorio, che dovrà esaltarne le qualità strumentali e musicali.
  2.  L’ottimizzazione del rapporto prerogative vocali – repertorio risulta di fondamentale importanza per indirizzare correttamente l’allievo in uno studio professionale in rapporto alle esigenze concrete del panorama lavorativo.
  3.  Dal repertorio alla tecnica: ogni stile musicale e vocale richiede un diverso approccio tecnicoespressivo e appropriate metodologie di studio.
  4.  La sinergia delle esperienze di studio (tecnico-stilistiche e sceniche) si concretizza nel lavoro parallelo e convergente con il corso Corpo, movimento, personaggio, ed è finalizzata alla comprensione e realizzazione dei diversi generi di performance richiesti a un cantante professionista: audizione, concerto, rappresentazione teatrale.
Corpo, movimento, personaggio (Serenella Isidori)
Il laboratorio è pensato per stimolare una maggiore consapevolezza del proprio corpo, considerato come indeclinabile segno della scena, dello spazio, del rapporto con l’“altro”. Al di là dell’applicazione e dello studio di un determinato personaggio o situazione scenica, il laboratorio offre una serie di esperienze e di tecniche che possono aiutare gli allievi a creare, da un lato, la necessaria autonomia interpretativa e, dall’altro, migliorare la capacità di rendersi efficaci e duttili “strumenti” in grado di realizzare pienamente le esigenze registiche.
  1. il corpo “cantante”: postura, respiro, ritmo, movimento
  2.  il corpo e lo spazio: studio sui parametri principali del movimento relazione con lo spazio scenico, con gli altri, con gli oggetti improvvisazioni singole e di gruppo
  3. il corpo e l’azione: le azioni e le qualità esercizi di drammaturgia attoriale
  4.  dal testo al personaggio: analisi del testo la costruzione del sommerso- il sottotesto
Analisi del testo vocale (Gino Nappo)
  1. nozioni fondamentali: prosodia e ritmo, polarizzazione e cardini tonali, organizzazione del tempo
  2. lettura critica: forme e stili vocali, finalità espressive e drammaturgia musicale
  3. prassi esecutiva: dalla scrittura all’esecuzione, obblighi e libertà dell’interprete, agogiche, fioriture e cadenze
  4. problematiche tecniche: le qualità vocali nel contesto musicale e teatrale

 

VEDI AL SCHEDA COMPLETA

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE

Informazioni:   www.pratolirica.it