Caricamento Eventi

Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi

Dettagli

Data:
ottobre 28
Ora:
21:15 - 23:30
Sito web:
https://www.politeamapratese.com/gianni-maroccolo-e-antonio-aiazzi/

Luogo

Teatro Politeama Pratese
Via Garibaldi, 33
Prato, PO 59100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
+39 0574 603758
Sito web:
politeamapratese.com

MEPHISTO BALLAD LIVE

Gianni Maroccolo / Antonio Aiazzi / Flavio Ferri

Nei primi mesi del 2021, Contempo Records ha pubblicato Mephisto Ballad, l’album di Antonio Aiazzi e Gianni Maroccolo. Un evento a suo modo epocale: per la prima volta due dei membri fondatori dei Litfiba hanno prodotto un disco a loro nome.

Nasce un album definito “tardodiscodark” dai due artisti. La musica prende l’abbrivio da un brano dei Litfiba intitolato E.F.S. 44, appartenente alla vena più sperimen- tale e oscura del gruppo, e dalla memoria di un’indimenticabile serata fiorentina, la Mephistofesta, svoltasi nel 1982. Solo l’abbrivio, però: nessuna nostalgia, né autocelebrazione. I tempi sono cambiati, e con loro la musica: le sonorità proposte oggi dal duo evocano scenari più vicini a certo repertorio contemporaneo. Le sonorità sono ambient, spesso acustiche (il pianoforte la fa da padrone), minimaliste quanto basta e imbevute di elettronica. Ombre distanti di Philip Glass, Steve Reich, Terry Riley, Michael Nyman. Nulla di “leggero”, in senso musicale: anzi, un repertorio immersivo e coinvolgente, di grande potenza emotiva.

Uno spettacolo minimale ma intenso e sfaccettato, che promette di spingersi oltre i confini canonici, sorprendendo ogni volta. Oltre ciò, anche un’occasione per celebrare (purtroppo tardivamente) i quarant’anni di storia comune di due musicisti il cui nome è scolpito nella pietra assieme a quello degli altri Litfiba, ma che vogliono fermamente guardare avanti, pur non rinnegando nulla del loro passato artistico. Per questo, negli spettacoli non mancheranno omaggi a quel periodo e a quella storia, che qualcuno chiamerebbe Storia, non senza ragione.

Tutto accadrà dall’interno di bozzoli di tulle, sagomati e plasmati dalle luci e dalle immagini, dentro i quali gli artisti attendono ciò che è lecito attendersi quando si sta in un bozzolo: nascere, o, meglio rinascere. A dispetto di Mephisto, con comprensione per il Dottor Faust, molte domande sul mondo, gli occhi alla musica, il cuore alla verità dell’arte. L’arte che non conosce né confini, né confinamenti.

Di tutto questo, Mephisto Ballad è la prova, Mephisto Ballad Live sarà la testimonianza.

 

 

 

a cura di  FONDERIA CULTART 

 

I biglietti acquistati per la data precedente sono validi e non si effettuano rimborsi. Per maggiori informazioni: Fonderia Cultart Infoline +39 338.1015732  oppure inviare una mail a info@fonderiacultart.it